Blog

Le Migliori Macchine da Cucire 2018

Storia delle Macchine da Cucire

La macchina da cucire è stato il primo elettrodomestico ad apparire nelle case. Quando cominciò a diffondersi, a metà del 1800, era considerata un vero e proprio miracolo: una macchina che riuscisse a far fare a chiunque in modo semplice e senza errori quello che fino ad allora era possibile solo a una persona specializzata, con molte ore di pratica, lavoro e attenzione.

PRODOTTO Peso Dimensioni VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
7 kg 39 x 17 x 29 cm VEDI PREZZI
7 kg 37,5 x 32 x 32 cm VEDI PREZZI
8 kg 51 x 29 x 36 cm VEDI PREZZI
6 kg 19 x 38,5 x 29 cm VEDI PREZZI
8 kg 30 x 12 x 25 cm VEDI PREZZI
7 kg 38 x 18 x 32 cm VEDI PREZZI
6 kg 22 x 41 x 35 cm VEDI PREZZI
7 kg 45 x 22 x 35 cm VEDI PREZZI
7 kg 44 x 21 x 34 cm VEDI PREZZI
7 kg 30 x 17 x 40 cm VEDI PREZZI

Ancora oggi, non si sa bene chi l’abbia inventata. I primi brevetti di una macchina che producesse cuciture furono assegnati al tedesco Fredrick Wiesenthal nel 1755 e all’inglese Thomas Saint nel 1790. Ci vollero tuttavia decenni perché fosse realizzato il primo prototipo a partire da questi disegni, e il funzionamento dello stesso richiese molte modifiche.

Macchine da cucireLa prima persona a costruire una macchina da cucire e utilizzarla fu un sarto francese, Thimonnier, il quale la brevettò nel 1830, e nel 1841 cominciò a produrre vestiario per l’esercito. Come molti innovatori di quell’epoca subì un triste destino: la sua fabbrica e le sue macchine furono vandalizzate dai sarti locali, i quali vedevano il mestiere minacciato dall’introduzione della nuova tecnologia.

Le cuciture realizzate dalla macchina di Thimonnier erano basate su un tipo di punto che non era molto resistente. Nel 1833 un inventore statunitense, Walter Hunt, progettò una macchina che realizzava cuciture a due aghi e due fili, ma, scoraggiato da scarsi risultati, non arrivò mai a brevettarla. La macchina di Hunt fu successivamente perfezionata nel 1844 da John Fisher, Elias Howe e Isaac Merritt Singer. Quest’ultimo riuscì inoltre ad assicurarsi il brevetto definitivo della macchine per cucire e tutti i suoi benefici.

Perché acquistare una macchina da cucire?

Saper cucire è utilissimo e dà un sacco di soddisfazioni. Si possono produrre abiti, giochi e complementi di arredo originali e personalizzati. Si può dare sfogo alla propria creatività in migliaia di modi diversi, seguendo l’ispirazione del momento, o delle semplici guide passo passo. Inoltre, saper cucire permette di riparare ciò che si ha a disposizione, trasformarlo secondo le proprie esigenze e ridurre drammaticamente gli sprechi e i rifiuti in tessuto, oggi uno dei principali problemi ecologici del pianeta.

La maggior parte delle persone, cominciano a cucire da bambini o adolescenti, utilizzando una vecchia macchina da cucire che c’è in casa da decenni. Ma un bel giorno si rompe, i pezzi di ricambio non sono più in produzione, ed è tempo di acquistarne una nuova. Altri, acquistano la prima macchine per cucire in età adulta, senza averne mai posseduta una prima, perché interessati a lanciarsi su un nuovo passatempo pratico e creativo.

Che tu sia un principiante o un utente intermedio, quando si tratta di acquistare una nuova macchina da cucire, le domande principali da farsi sono:

Che tipo di cucito ti interessa realizzare?

Prima dell’acquisto è importante valutare se il tuo è un semplice hobby, e ti piace cucire un po’ di tutto, oppure hai un interesse speciale per un tipo di cucito in particolare, ad esempio la trapuntatura o il ricamo. Nel primo caso, compra una macchina da cucire generica, nel secondo, focalizzati sul tipo di macchina che ti permetta la maggiore espressione e praticità con lo specifico tipo di cucito che ti appassiona.

Che funzioni ci sono in una macchina per cucire?

Una macchina generica avrà funzioni di base crescenti all’aumentare del prezzo, ma le principali sono:
  • La capacità di realizzare una varietà di punti (da decine a centinaia) base, zig zag, decorativi, asole etc.
  • Un display digitale che mostra la larghezza e lunghezza del punto.
  • La regolazione della velocità, davvero utile se hai bisogno di lavorare lentamente all’inizio e più velocemente man mano che fai pratica.

Ci sono poi una serie di elementi extra che possono rendere una macchina da cucire generica più interessante di un’altra, ad esempio la possibilità di regolarne la potenza, e la presenza di piedi della macchina sostitutivi per realizzare asole.

Quanto aiuto ti servirà per usare la macchina?

macchine per cucireQuesto dipende dal tuo livello di esperienza e dalla tua abilità. Prima dell’acquisto di una macchine per cucire, valuta se ti ritieni un intermedio, che ha già usato diverse macchine da cucire in passato, oppure un principiante, che avrà bisogno di essere assistito le prime volte che utilizzerà la macchina, soprattutto se ricca di funzioni.

Nel primo caso, puoi acquistare la macchina online, dove si trova una maggiore varietà di prodotti alternativi, e si può far ricerche per assicurarsi di spuntare il prezzo migliore, oltre che ricevere l’oggetto comodamente a casa, senza doverlo dunque trasportare. Nel secondo caso, potrebbe essere meglio rivolgersi ad un negozio specializzato. Questi spesso offrono corsi per principianti e un eccellente servizio post vendita, per aiutare i nuovi appassionati ad imparare ad impostare e utilizzare la macchina, manutenerla e pulirla. Spesso i negozi specializzati offrono anche riparazioni e assistenza nel caso in cui la macchina si rompa.

Quanto spendere per una macchina da cucire?

Se stai cominciando e non hai grossi budget, ci sono modelli da hobbista economici, che funzionano comunque adeguatamente. Macchine più costose offrono maggiori funzionalità, comfort nell’uso e soprattutto durata. Alcune macchine da cucire, durano decenni, ma proprio per questo costano care. Attenti quindi alla garanzia del produttore, che può andare dai 2 ai 10 anni, ed è in media di 5 anni dall’acquisto.

Le macchine da cucire generiche sono quelle che hanno il miglior rapporto qualità prezzo, ma se si hanno interessi specifici, ad esempio il ricamo, allora bisogna necessariamente puntare a modelli più costosi.

  • Macchina da cucire prezzi economici: i modelli di macchina da cucire più accessibili sono in vendita a partire da 35 euro
  • Macchina da cucire prezzi alti: i modelli più costosi, spesso computerizzati, arrivano anche a 10.000 euro
  • Macchina da cucire prezzi medi: una macchina da cucire da hobbista con buone funzionalità costa tra i 200 e i 400 euro

Quanto è importante il peso della macchina?

Il peso della macchina è uno dei principali indicatori della sua qualità: più pesante la macchina, più stabili sono le parti interne, e maggiore è la tenuta sul tavolo durante l’uso. Scegli un modello che sia pesante da sollevare, ma ancora nelle tue possibilità perché tu possa spostarlo. In media una macchine per cucire da hobbista di qualità discreta pesa intorno agli 8 kg. Le macchine più economiche e scadenti si aggirano invece tra il chilo e i 3 kg di peso. Queste ultime tendono, sfortunatamente, a ballare sul tavolo durante l’uso e per questo sono poco comode da utilizzare e producono risultati più scadenti.

Quanto è importante la potenza della macchina? La potenza della macchina da cucire è importante quando si vuole lavorare su materiali resistenti come il jeans, o coperte spesse. Prima dell’acquisto accertati che il punto dritto base prodotto dalla macchina ti soddisfi sui materiali che intendi utilizzare. Il punto dritto è utilizzato nella stragrande maggioranza dei progetti che si realizzano, e se non ti soddisfa, è quasi garantito che la macchina non ti darà grosse soddisfazioni.

Cosa fare se si rompe la macchina da cucire?

Innanzitutto bisogna valutare se la macchina è ancora in garanzia, oppure no. Come anticipavamo, spesso le macchine da cucire sono garantite per 5 – 10 anni. In quel caso, dovesse rompersi un pezzo (per motivazioni non riconducibili al cattivo uso da parte dell’utente) allora è bene contattare il produttore, che potrà ripararla e riconsegnarla. Se la macchina non è in garanzia, molti negozi specializzati offrono servizi di riparazione. In questo caso, un po’ come si fa dal meccanico, ci sarà da assicurarsi che i pezzi di ricambio siano ancora in produzione, o comunque disponibili prima di procedere alla riparazione. Questa operazione potrebbe risultare un po’ costosa, valuta bene quindi se sei soddisfatto della macchina e l’oggetto in se vale il costo della riparazione, oppure se ritieni sia giunto il momento di acquistarne un’altra che abbia maggiori funzionalità. Tieni anche presente che se la macchina è molto vecchia e le parti di ricambio cominciano a scarseggiare, potrebbe essere difficile ripararla in futuro.

macchina da cucire prezziUno dei problemi più comuni però è la rottura degli aghi. In quel caso, la cosa potrebbe non richiedere alcuna riparazione.

Innanzitutto, assicurati di cambiare l’ago con la giusta frequenza. Con l’uso tutti gli aghi tendono ad indebolirsi e rompersi…quindi se capita di rompere un ago ogni tanto, è assolutamente normale. Sostituiscilo e va avanti per la tua strada! Ma se una volta cambiato, anche il nuovo ago si rompe, potresti avere uno di questi tre problemi:

  • Stai tirando il tessuto dal retro più velocemente di quanto la macchina lo tracci: quando non c’è sincronizzazione tra l’utente e la macchina da cucire, i risultati sono mediocri e gli aghi tendono a rompersi. Assicurati di andare alla stessa velocità della macchina, e se ne hai la possibilità, regolala in modo da evitare questo tipo di problema.
  • Hai un ago che non è adatto al tuo progetto: se stai usando tessuti molto molto spessi, hai bisogno di aghi specifici che possono sopportare il tipo di stoffa che stai usando. Esistono aghi particolari, adatti per la tela, il jeans, la pelle etc. Assicurati di stare usando l’ago giusto.
  • L’ago sta toccando il metallo della macchina. Se hai una macchina a caricamento frontale, e le parti non sono state inserite correttamente, l’ago può, con il funzionamento, andare a sbattere contro il metallo delle parti e danneggiarsi. In quel caso, tira fuori le parti della macchina e reinseriscile assicurandoti di farlo nel modo corretto.